valentino rossi

Letture del mese #27— Dicembre 2016 (+ un accorato appello)

Prima del post vero e proprio, un appello.
Come molti sanno, quest’anno mi sono divorato la bibliografia di Hunter S. Thompson.
Il problema è che all’appello manca un libro, il terzo e ultimo capitolo della sua trilogia di lettere personali: l’uscita era prevista (il libro era già finito con tanto di copertina eccetera) per il 2005, anno in cui si è suicidato, ma non se ne hanno notizie. L’uscita del libro è stata posticipata di 6 mesi in 6 mesi, finché la sua ultima moglie (sposata  nel 2003 ed erede dei diritti), non ha smesso completamente di parlarne nel 2009.

9780684873176

Dopo 11 anni, zero notizie. Zero.
Ho anche scritto una lettera cartacea con assegno di 40€ a Johnny Depp (amico intimo di HST e autore della prefazione del libro), intimandogli di inviarmi una copia che sicuramente lui ha, stranamente senza risposta…
È diventata per me una questione di principio: mentre sua moglie fa un sacco di soldi vendendo merchandising e puttanate varie, ovvero tutto ciò che HST disprezzava quand’era in vita pace all’anima, i suoi veri fan stanno ancora aspettando il suo ultimo libro inedito.
Ho deciso di scrivere una petizione su change.org per smuovere un po’ le acque: anche se non sei fan di HST, è una questione di principio. Il libro deve essere pubblicato, punto.
Perciò, fosse anche solo per farmi un regalo di natale, ti chiedo di firmare la petizione: la trovi qui. Per ora siamo a 76 firme, e il viaggio è appena cominciato.
Come ha detto il mio amico Antonio Tombolini, pioniere degli e-book in Italia, nonché firmatario della petizione:

Io questa petizione l’ho firmata. Perché adoro Hunter S. Thompson, e anche Matteo Pezzi che l’ha promossa. E perché è una storia di libri sequestrati dalla circolazione dagli eredi ingordi, come troppo spesso avviene, grazie a una ormai assurda regolamentazione del copyright che dura un’infinità: 75 anni dopo la morte dell’autore!

Grazie in anticipo a tutti quelli che mi accompagneranno in questa nobile battaglia. Il titolo del libro è The Mutineer: Rants, Ravings, and Missives from the Mountaintop 1977-2005.
Ah, la firma può essere anche anonima…
E ora, via alle letture.


Iscriviti alla mia newsletter per ricevere le prossime puntate direttamente nella casella e-mail.

Tutte le letture del mese.

I miei libri preferiti.


The Godfather
Mario Puzo
1972

puzo-10 […]

MotoGp a Misano – Le foto

* Per il secondo anno di fila, grazie a La Voce di Romagna, ho avuto l’opportunità di andare al Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.
Col pass che avevo potevo andare solo nel paddock e in sala stampa, perciò non ci sono foto in pista.
(qui trovate le foto 2012). Buona visione.

Giovedì sera la preparazione del kit: oltre ovviamente alla macchina fotografica e a taccuini e fogli vari, inevitabile portare il lettore e-book e un po’ di maglie serie (quella del Sic, di Maradona e quella coi cervi fatta da Maria Ghetti).

Venerdì mattina, la partenza alle 6:30 con la mitica Escort del ’98: dopo nemmeno un chilometro mi sono dovuto fermare a fare delle foto perché c’era un’alba bellissima. […]

Gigi Soldano, un obiettivo da 30 e lode

* intervista realizzata il 14 settembre 2013 al Gran Premio di San Mariano e della Riviera di Rimini presso il Marco Simoncelli di Misano, pubblicata su La Voce di Romagna il 15 settembre 2013

Il fregio sul giubbotto non lascia adito a dubbi: “30”, e una corona d’alloro attorno. Sono gli anni di esperienza in pista di Luigi “Gigi” Soldano, decano dei fotografi del motomondiale.
A 64 anni non è il più anziano del gruppo, “ma ce ne sono pochi pochi dei più vecchi”, ride.