Sono un maniaco dell’organizzazione, o almeno mi piace provare a esserlo, ed Evernote mi ha cambiato la vita.
Loro si auto-definiscono come “il tuo secondo cervello“, e non mi viene in mente una definizione migliore.
Sono un secondo cervello che, se usato bene, funziona meglio ed è più affidabile del primo: almeno del mio.
Una memoria digitale.

Una certezza.

en-001-3

 

LA MIA STORIA CON EVERNOTE

Mi sono sempre piaciute le liste, le note, gli elenchi: di carta però.
Non ricordo bene quando ho iniziato a usare Evernote, ma ricordo il perché: perché ne parlavano in tanti, e tutti quelli che ne parlavano erano persone che reputo intelligenti.
Mi sono detto “perché no”, ma all’inizio non mi ha preso.
Per capire quanto Evernote fosse un’app straordinaria ci è voluto l’amico Mauro Sandrini, che nella primavera di quest’anno mi ha consigliato di fare l’abbonamento alla versione Premium, studiarmi un attimo un metodo serio per usarla, e vedere un po’ cosa sarebbe successo.
A farla breve (anzi no, non sarà un post breve, perciò se non hai voglia di leggere cose approfondite puoi sempre andare qui), me ne sono innamorato.

Magari può succedere anche a te.

[…]