Blog

Quel cazzo di armadio ti serve veramente? (+ varie ed eventuali)

A volte bastano una morosa architetto e un amico che sa fare le cose che tu non sai fare per cambiarti la vita in mezz’ora.
O perlomeno cambiarti la casa.

[…]

Léa

[…]

Chi me lo fa un in bocca al lupo?

Chi me lo fa un in bocca al lupo?

Da qualche giorno sono un auto-entrepreneur, che vuol dire tipo partita iva dei minimi ma suona leggermente meglio anche se poi alla fine dei conti non cambia granché.
Sto perdendo tempo e soldi in carte e burocrazia, ogni tanto mi girano eh, poi mi giro io, mi volto indietro e tre mesi fa lavoravo al Mac, 18 mesi fa ero a Campiano e non sapevo neanche parlare francese (me l’hanno insegnato i miei colleghi tra un Big Mac e due patatine).
Oggi lo parlo col mio accento italiano “trop musical” che fa sempre colpo, anche se con la mia morosa francese parliamo in inglese.

[…]

Le Letture del mese chiudono bottega (è stato bello)

Alzo bandiera bianca e chiudo le Letture del mese.
Dopo 31 gloriose puntate, più di due anni e mezzo, non ho più gli stimoli che avevo prima.
Siamo all’8 del mese e ancora non ho avuto il tempo, o non l’ho cercato abbastanza, per farle, quindi è ora di cambiare.
Grazie a tutti quelli che le hanno lette: […]

Dargen D’Amico & Isabella Turco live @Locomotiv Club Bologna

[…]

England

[…]

Lunedì presento un mio libro a mia insaputa (+ un sacco di misteri)

Il titolo da click-baiting è l’unica cosa che mi è venuta in mente dopo una giornata di lavoro + lavanderia, con un’altra lunga giornata di lavoro domani + sveglia alle 4h30 venerdì mattina per prendere l’aereo.
Perciò scusa in anticipo se ci saranno refusi… Non ho riletto niente, sono troppo stanco.

Ad ogni modo, lunedì prossimo, il 15, circa dalle ore 19, sarò all’Enoteca Baldovino (via Tombesi dall’Ova 9, 48121 Ravenna), per presentare questo libro che a quanto pare è il mio, anche se non l’ho scritto.
È un libro fotografico con le mie foto preferite scattate durante le riprese di Cimitero Azzurro dell’amico Gerardo Lamattina, e l’unica cosa che ho scritto è la prefazione, di una pagina scarsa. Ma è stato divertente. (dico a mia insaputa perché se ne sono occupati quasi interamente solo Gera e i suoi collaboratori, io a parte le foto ho fatto poco e niente) […]

Letture del mese #31— Aprile 2017

Léa

[…]