Dopo essere stato a Parigi l’autunno scorso, mi sono sacrificato e ci sono tornato per badare il gatto di Roberto Pasini.

Non è un segreto che Parigi sia la mia città preferita, per cui sono stato molto contento di tornarci.
Tutte le foto di questo post sono scattate con la Fuji x100t (tranne i ritratti di Eleonora e Carlotta, fatti con 6d e 85mm).

Due righe sulla Fuji: se non è la macchina da viaggio perfetta poco ci manca. Prima o poi ci scriverò una recensione, per il momento ci faccio tante foto. Non pesa, la qualità d’immagine è al top, puoi portarla in metro senza paura (basta metterla sotto al giubbotto e se hai un po’ di buzza come me non si nota nemmeno la differenza). Un sogno. Tra l’altro il wi-fi per scaricare le immagini sul tablet funziona benissimo (molto meglio di quello della 6d che è macchinoso e ti fa passare la voglia di usarlo), per cui ho potuto importunare i miei follower di Instagram e Facebook anche durante la vacanza pur avendo lasciato il pc a casa.

Prima delle foto, un mini mea culpa: a dispetto di quanto pomposamente annunciato, ho fatto zero foto a rullino. La macchina me l’ero portata dietro, due rullini pure, ma poi hanno vinto la pigrizia e il godersi la vacanza. Sono uscito quasi sempre solo con la x100.

Bando alle ciance e via alle foto.

*

Aeroporto di Bologna.

16451055217_af74844f9b_z

*

Porte de Vanves

16450971397_bd591191c7_z

 

*

Montmartre

16470660008_814212606b_z

16470647638_82f2560ded_z

16657181662_7242bcdaef_z

16657166112_73b5a49a09_z

Le sacre coeur

16656782481_606b51a27e_z

*

16038253103_07b91ca860_z

*

Cimetiere du Pere Lachaise (no, non ho visto la tomba di Jim Morrison)

16657115662_0b85132394_z

16658122815_0aa12d21fd_z

16035792454_f20c34550f_z

Giovanni da Chopin

16038476483_cf20049158_z

La tomba discreta ed elegante di monsieur Georges Rodenbach

16453682157_d8285e73dd_z

*

La ligne 13 della metro, in direzione Chatillon. Dopo aver fatto questa foto mi è venuta un’idea per una foto con Carlotta (vedi più avanti), fattibile solo sui vagoni della linea 13 che sono gli unici ad avere i vetri come volevo io.

16659689231_237c10e48a_z

*

Place des Vosges

16474911269_9b26784de0_z

16660024702_8d17695065_z

*

Centre Des Monuments Nationaux

16041120893_5548cb3b33_z

16635085696_acb66713d2_z

16474866919_0914537b63_z

*

La Bastille

16041326413_54c109ece4_z

*

L’Eleonora chez Janou, ristorante vicino alla Bastiglia imperdibile dove mangiare un ottimo magret de canard

16635291996_633da032d8_z

P_20150227_131204_1

*

Parc George Brassens

16661203375_4a0973bbc3_z

*

16475018819_682382dabc_z

16454019617_64772e4661_z

*

Champs-Élysées – Clemenceau

16039007704_9cbf0919b2_z

*

16659902171_315ccf04b3_z

16659892301_1960b5d930_z

*

16661353115_6ae4d4bf29_z

16454110097_c67f89bc64_z

16039100024_0bf85a45a2_z

*

Anche in Francia meglio non perdere le buone tradizioni: 18 uova di cappelletti fatti in casa.

16475248739_af72f4042c_z

*

16041467643_540ff0c51d_z

Io e l’Eleonora mentre facciamo la foto qui sotto: siccome era la mezza e la luce davvero pessima, l’ho posizionata all’ombra in un vicolo in cui i muri grigio chiaro davanti e dietro di lei facevano da diffusori naturali per attenuare un po’ la luce troppo dura.

16454075647_461ac50436_z

*

Parc des Buttes-Chaumont

16473791608_54547dd95a_z

16635618666_094050d34f_z

16454223107_3c4d3a1b64_z

16660102461_14c34e398e_z

16635534356_48873cb63c_z

16661458185_845d28af97_z

*

Verso Notre-Dame

16039288074_2f46339001_z

*

Piccioncini sulla Senna

16475444349_10e0a65a20_z

*

Notre-Dame

16041652733_eec6ecaeb4_z

16454331047_c9637fb815_z

*

La Senna

16039318284_0f22174b78_z

*

16635678276_4af427d0b5_z

*

16454302377_4cf0284b43_z

*

Carlotta a Odéon

16431695587_e4a9634457_z

*

Il Louvre. Consiglio: per entrare arrivare alle 8:30, entrare dall’ingresso sotterraneo (fermata Palais Royal – Musée du Louvre, uscita carrousel), e buttarsi subito sulla Gioconda prima di farsi superare dai cinesi. Queste foto sono di quando abbiamo provato a entrare alle 14:30 un pomeriggio di pioggia, arrendendoci dopo mezzora e tipo dieci metri di fila fatti.

16039455874_f540e48d1f_z

16635822706_0e97aa6c80_z

*

Espace 104

16039421074_8856222491_z

*

Gouncourt

16660678362_b826f7235a_z

Gio a Goncourt

16660662522_5070e56ed8_z

*

Place de la République

16660647002_f43082107d_z

*

Secondo tentativo, è andata. La Gioconda. Tutti me ne hanno sempre parlato male, non avevo quindi nessuna aspettativa e non ne sono stato deluso. Non avere aspettative è il modo migliore per non rimanere delusi.

16041868093_5620d973cc_z

I quadri di Caravaggio invece sono bellissimi e si potrebbe stare ore a guardarli.

16474290948_af7e5b340d_z

16474274738_94fc6724e3_z

16635904416_707048cc14_z

16041905953_609571366c_z

16041894763_04a5bd7530_z

Il codice di Hammurabi.

16039495634_3030595412_z

16039620734_531e9f9bf5_z

La cosa bella è che gli under 26 appartenenti all’Unione Europea entrano gratis nei musei. Questo significa che ce li si può godere appieno senza pensare “Ho pagato e me lo vedo tutto anche se sono morto!”.

*

Carlotta. Qui pubblico solo due foto, tutte le altre sono in questo post.

Questa è quella di cui parlavo prima scattata sulla linea 13: è dal primo giorno che sognavo di farla e ringrazio molto Carlotta della collaborazione, che ha previsto anche gli sguardi di compatimento degli astanti mentre io e lei scendevamo ogni tanto invertendo carrozza per scambiarci pareri e fare prove.

16637969642_522833f8fb_z

16016609394_bc70f075d3_z

*

Versailles. Wow.

Una sola pecca: la sicurezza non funziona. Non entro nei dettagli perché non voglio andare in galera, ma ci eravamo dimenticati nello zaino un oggetto parecchio pericoloso e che non poteva assolutamente entrare, ma che invece il metal detector e i raggi x non hanno segnalato. Meglio per noi che ci siamo evitati una grana, ma se al posto nostro ci fosse stato un malintenzionato…

La sala degli specchi.

16042100573_c31e28a83c_z

16475842409_9f5bd00ac2_z

16636036906_b2afdfa991_z

16662069345_01f79ec6fc_z

16454746137_21e12d7e07_z

I giardini sono bellissimi e infiniti: spero di tornarci a primavera.

16636104386_6a2bf46877_z

16636104386_6a2bf46877_z

Il mio amico Fede guarda i cantieri e discute con gli anziani indigeni sulle cose che si sarebbero potute fare meglio. I vecchi hanno sempre una marcia in più in ambito cantieristico, anche a Versailles.

16474822070_8c6b233e92_z

16039877874_04c5a41ce0_z

Gio

16042244653_a453113244_z

16661121562_bb8305d706_z

Chiusura con un’immancabile foto cliché.

16474711210_a0d2820b16_z

Spero alla prossima puntata 🙂

Matteo

Iscriviti alla newsletter